Accordo tra i Vigili del fuoco e l'Università della Tuscia per attività di studio e ricerca

Il capo dipartimento dei Vigili del fuoco Lega (a destra) e il rettore dell'ateneo della Tuscia Ubertini (a sinistra) firmano il protocollo
Foto di
Vigili del fuoco
23 Luglio 2021
Ultimo aggiornamento
Venerdì 23 Luglio 2021, ore 18:24
Il protocollo, firmato dal capo dipartimento Lega e dal rettore Ubertini, riguarda i modelli previsionali degli scenari d'emergenza

Dati territoriali, indicatori di rischio e vulnerabilità, modelli di previsione di scenari emergenziali sono i temi sui quali verteranno le attività di studio, ricerca e formazione oggetto del protocollo di collaborazione tra dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile e l'Università degli studi della Tuscia, firmato ieri dal capo del dipartimento Laura Lega e dal rettore dell'ateneo del viterbese Stefano Ubertini.

L'intesa, che prevede anche la creazione di nuovo percorsi formativi professionalizzanti negli ambiti di competenza del Corpo nazionale dei VVF, «avvia un prezioso percorso collaborativo con l'ateneo della Tuscia che riteniamo potenzierà le competenze dei vigili del fuoco in maniera significativa, così da centrare nei prossimi anni gli impegnativi obiettivi che abbiamo di fronte, fra cui le delicate sfide tecnologiche e ambientali e i connessi nuovi rischi che si potranno prefigurare», ha dichiarato il prefetto Lega.

Sulla stessa linea il rettore Ubertini, che assicurando la messa a disposizione da parte dell'università della Tuscia delle «proprie competenze scientifiche e didattiche per supportare i Vigili del Fuoco nelle attuali e future sfide dei cambiamenti tecnologici e sociali» ha anche sottolineato come grazie all'accordo l'ateneo «potrà contare sulla professionalità delle risorse umane del Corpo per implementare le proprie attività formative e di ricerca».