Accordo a Livorno per mitigare il problema emergenza abitativa

Accordo a Livorno per mitigare il problema emergenza abitativa
23 Febbraio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 23 Febbraio 2021, ore 13:10
Protocollo prefettura-comune per la graduazione delle esecuzioni sfratti e il sostegno alle famiglie

Graduare l'intervento della forza pubblica in esecuzione degli sfratti per morosità incolpevole in relazione alle diverse situazioni, e controbilanciare gli sfratti con misure di sostegno alle famiglie coinvolte.

Questi gli obiettivi del protocollo d'intesa firmato ieri in prefettura a Livorno dal prefetto Paolo D'Attilio e dall'assessore comunale alle Politiche Abitative e Coesione Sociale Andrea Raspanti, che punta in sostanza a coordinare le procedure mitigando l'impatto degli sfratti nei casi di morosità incolpevole in un'area, quella del comune di Livorno, come ha sottolineato il prefetto «tra quelle a più alta tensione abitativa, dove rimane alto il disagio sociale dovuto, specialmente in questo momento di pandemia, alla morosità incolpevole».

Al protocollo, che secondo l'assessore Raspanti è «un atto ancora più importante in questo momento critico, con la previsione di un sensibile aumento degli sfratti a partire dal mese di luglio», aderiscono anche il tribunale di Livorno, Casalp Spa, le organizzazioni sindacali degli inquilini e quelle dei proprietari immobiliari, nell'ottica di contemperare la garanzia dei diritti di questi con la tutela delle famiglie affittuarie in difficoltà.

L'intesa è il risultato di un lungo percorso di confronto tra prefettura, comune e gli altri enti coinvolti. Prevede l'armonizzazione degli interventi esecutivi con misure come la messa a disposizione di alloggi alternativi e l'eventuale assegnazione di contributi, per i quali il comune utilizzerà le risorse disponibili dal Fondo nazionale per gli inquilini morosi incolpevoli, mentre assegnerà le abitazioni destinate all'emergenza abitativa (legge regionale n.2/2019) nei limiti degli alloggi disponibili in base alla programmazione di Casalp.

Tra i punti dell'accordo, lo scambio informativo e il coinvolgimento del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica ai fini della graduazione degli interventi esecutivi.

Allegati
File
Allegato Dimensione
Il protocollo d'intesa 122.88 KB
File
Allegato Dimensione
Il comunicato 286.42 KB