Anbsc sigla convenzione per promuovere lo studio dei fenomeni criminali

Anbsc - Firma convenzione per corsi di alta formazione per studio fenomeni criminali
4 Maggio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 5 Maggio 2021, ore 16:37
Accordo con la Pontificia Academia Mariana Internationalis per realizzare corsi di alta formazione

Approfondire lo studio dei fenomeni criminali attraverso una mutua collaborazione nell’ambito della ricerca scientifica, con particolare attenzione agli aspetti relativi alla presenza della criminalità organizzata nei territori e soprattutto all’impatto della stessa sul tessuto socio-economico.

Si concretizza, oggi, il progetto per realizzare percorsi di alta formazione grazie alla convenzione sottoscritta tra il direttore dell’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati Bruno Corda e il presidente della Pontificia Academia Mariana Internationalis Stefano Cecchin, il magnifico Rettore della Pontificia università Antonianum Agustin Hernandez Vidales e il presidente della Conferenza di ministri provinciali dei frati minori d’Italia e Albania Massimo Fusarelli.

Tale attività verrà svolta attraverso la realizzazione di conferenze e corsi, convegni, percorsi di orientamento sulla legalità per favorire, con il coinvolgimento dei diversi settori della società civile, una necessaria operazione culturale di sensibilizzazione delle coscienze sul fenomeno criminale, anche al fine del superamento delle criticità che ostacolano o rallentano la restituzione alla collettività dei beni sottratti alla criminalità organizzata.

La stipula della convenzione sancisce una collaborazione già avviata con la Pontificia Academia Mariana Internationalis e in particolare con il Dipartimento di analisi, studio e monitoraggio dei fenomeni criminosi e mafiosi. Sono diversi, infatti, i corsi già organizzati dalla Pami, nel cui ambito sono stati analizzati, sotto vari punti di vista, i fenomeni criminali da parte del corpo docente composto da qualificati rappresentanti di diverse istituzioni pubbliche, tra i quali anche il direttore e il personale dell’Anbsc. Al termine delle attività didattiche è prevista la stesura di una pubblicazione che raccoglierà tutti gli interventi effettuati dai vari relatori nel corso dell’anno.