Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Beni confiscati, antiracket, antiusura: 6 milioni dal Pon Legalità

29 Gennaio 2020

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 31 Gennaio 2020, ore 14:51
Scadono il 6 marzo 2020 i due nuovi avvisi pubblici per proposte progettuali a sostegno di associazioni e vittime

Ammontano complessivamente a 6 milioni le risorse messe a disposizione dal PON (Programma Operativo nazionale) Legalità 2014-2020 con i 2 avvisi pubblicati il 24 gennaioe in scadenza il 6 marzo 2020, rispettivamente a sostegno delle imprese sociali impegnate nella gestione di beni confiscati alla criminalità organizzata e degli operatori economici vittime di racket e usura.

Entrambi rientrano nell'ambito dell'Asse 4, "Favorire l’inclusione sociale e la diffusione della legalità", e si rivolgono a enti che operano in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Il primo avviso si riferisce ad azioni di supporto alle imprese sociali che gestiscono beni confiscati alla criminalità organizzata (Asse 4, Azione 4.2.1), per un importo complessivo di 3 milioni, il secondo invece, per un importo complessivo della stessa cifra, finanzia azioni di prevenzione e contrasto ai fenomeni del racket e dell’usura (asse 4, Azione 4.2.2) attraverso il sostegno agli operatori economici colpiti da questi fenomeni, per il loro reiserimento nel circuito economico e sociale legale.

Avvisi e relativa documentazione sono consultabili e scaricabili on line sul sito web del PON.

AddToAny