Calano i reati a Sassuolo: i dati esaminati al comitato provinciale

Comitato provinciale ordine e sicurezza a Sassuolo
28 Gennaio 2019
Temi
Ultimo aggiornamento
Lunedì 28 Gennaio 2019, ore 13:50
Spazio a videosorveglianza e georeferenziazione come nuovi strumenti di prevenzione

Diminuzione complessiva dei reati nel 2018 rispetto al 2017, dato che trova riscontro anche negli altri Comuni dell’Unione del Distretto Ceramico, in particolare, a Sassuolo dove il decremento è quasi del 15 per cento. Sono alcuni dei dati emersi nel corso del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto il 25 gennaio scorso, convocato dal prefetto di Modena, Maria Patrizia Paba.

Nel dettaglio, i furti sono calati di circa il 17%, seguendo un trend in discesa in atto dal 2016, specialmente per quelli in abitazione. Quasi dimezzati i furti in esercizi commerciali rispetto al 2017.

In significativo aumento gli arresti e le denunce operate dalle Forze dell’ordine; in aumento anche la percentuale dei reati per i quali sono stati individuati i responsabili,  rispetto a quelli perseguiti.

Per quanto riguarda le attività di prevenzione sul territorio, sono operativi sistemi di videosorveglianza cittadina collegati con la sala operativa della Polizia locale, con il Commissariato di P.S. e con la Compagnia dei Carabinieri. In azione anche a Sassuolo il sistema preventivo – predittivo recentemente introdotto dalla questura di Modena, X LAW, che impiega un algoritmo basato sulla georeferenziazione dei reati e su dati demografici del territorio.