Caravaggio al Mart di Rovereto: in mostra il Seppellimento di Santa Lucia

La mostra sul sito del Mart
Foto di
Redazione web
9 Ottobre 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Lunedì 12 Ottobre 2020, ore 11:14
L'opera di proprietà del Fondo edifici di culto è in prestito al museo trentino. Tornerà a Siracusa a dicembre

È in mostra da oggi fino al 4 dicembre al MART di Rovereto nell'ambito di "Caravaggio. Il contemporaneo" uno dei dipinti più potenti del pittore lombardo, il "Seppellimento di Santa Lucia", di proprietà del Fondo Edifici di culto.

Si tratta del più antico quadro realizzato da Caravaggio in Sicilia. Il dipinto è datato 1608, anno in cui l'artista evaso dal carcere a Malta approda a Siracusa, dove realizza la tela originariamente per la chiesa di S. Lucia al Sepolcro, secondo la tradizione luogo del martirio della santa.

Un'esperienza quella del martirio descritta senza idealizzare né glorificare la vittima, raffigurata ormai inerme dopo le torture mentre i becchini che la sovrastano le scavano il sepolcro: una scelta stilistica che punta sull’idea del dolore in sé come messaggio primario, inducendo partecipazione e compassione in chi osserva e regalando all'opera una forza espressiva non comune.

Nello spirito della mostra, la tela esprime l'attualità intellettuale e artistica di Caravaggio e la sua contemporaneità, per il realismo drammatico che la caratterizza e per lo stupore che ancora oggi suscita guardarla. Questa attualità è anche il filo che lega una sezione di opere e fotografie contemporanee all'opera di Caravaggio, esposta in un gioco di specchi insieme con la sua copia realizzata con tecnologie all'avanguardia da Factum Arte e Factum Fondazione.

Il prestito del Seppellimento di Santa Lucia al Museo di arte moderna e contemporanea (MART) di Trento e Rovereto è stato autorizzato dal Consiglio di amministrazione del FEC a metà settembre, e reso possibile grazie alla collaborazione dell’Istituto superiore per la conservazione e il restauro, della Soprintendenza di Siracusa, dell’Assessorato dei beni culturali della Regione  Sicilia e dell'arcidiocesi di Siracusa. 

Il prefetto Michele di Bari - che intervenendo all'inaugurazione della mostra ha portato i saluti del ministro Lamorgese - ha evidenziato che «a Siracusa dove la Santa è venerata il dipinto restaurato sarà collocato nella chiesa di Santa Lucia al Sepolcro fuori le Mura prima della festività di Santa Lucia. Un virtuoso circuito culturale - ha sottolineato - che non potrà non costituire un valore aggiunto alla comunità, alla Città ed al comune di Siracusa che con particolare attenzione e premura custodisce il capolavoro di Caravaggio».

La collaborazione del ministero dell'Interno - che gestisce il patrimonio di chiese, opere artistiche, libri, aree museali e naturalistiche del Fec - con il MART è una forma di partecipazione al processo di diffusione della cultura finalizzato a consentire a più persone possibile di scoprire veri e propri tesori spesso sconosciuti.