Catania, prefettura e associazioni antiracket e antiusura insieme per prevenire le infiltrazioni

Prefettura di Catania
19 Novembre 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Giovedì 19 Novembre 2020, ore 16:09
Iniziative comuni contro le situazioni di criticità del tessuto sociale e produttivo locale

Sono otto le associazioni antiracket e antiusura del territorio, iscritte nell'elenco prefettizio, convocate ieri in prefettura per approfondire le situazioni di criticità e di disagio del tessuto sociale e produttivo locale, nell'attuale situazione di emergenza pandemica, ed esaminare i possibili tentativi di infiltrazione della criminalità anche organizzata:

-    A.S.A.E.C. - Associazione antiestorsione catanese "Libero Grassi";
-    Associazione "Addio pizzo Catania";
-    Associazione antiusura e antiracket "Obiettivo Legalità";
-    Associazione nazionale antimafia "Alfredo Agosta";
-    AS.A.E.S. - Associazione antiracket "Nicola D'Antrassi" 
-    AS.A.A.E. - Associazione antiracket e antiusura etnea;
-    Associazione antiracket e antiusura "Libera Impresa" 
-    Associazione "Antimafia e legalità - Associazione contro il racket, l'usura e la corruzione".

Sottolinea il valore di questa collaborazione, il prefetto Claudio Sammartino, «soprattutto nell’attuale emergenza, perché contribuisce a intercettare tentativi della criminalità anche mafiosa di penetrare nel tessuto sociale e produttivo della società catanese anche strumentalizzando i bisogni sociali e degli operatori economici. E il ruolo prezioso svolto in “trincea” dalle associazioni consente di cogliere tempestivamente segnali utili alla azione di prevenzione e contrasto delle Istituzioni e delle Forze dell'Ordine».

In questa direzione, le associazioni, su invito del prefetto, avvieranno iniziative pubbliche comuni volte all'ulteriore sensibilizzazione dei cittadini su tematiche cruciali per la convivenza civile e alla sempre maggiore diffusione delle varie forme di solidarietà e di ausilio ai soggetti più esposti ai rischi di aggressione della criminalità.