Chiesa di San Bernardino da Siena, il restauro

Chiesa di San Bernardino da Siena, Roma
22 Agosto 2019
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 3 Settembre 2019, ore 17:39
Gli interventi nel complesso romano finanziati dal Fec

Recuperare i preziosi affreschi danneggiati dal tempo e dalle infiltrazioni di acqua. E' la storia di un lavoro reso possibile nella chiesa di San Bernardino da Siena, in via Panispena a Roma, grazie ai finanziamenti del Fondo edifici di culto. Obiettivo prioritario, conservare un'importante testimonianza della cultura artistica romana del tardo Manierismo e del Barocco.

Il complesso monastico dedicato a San Bernardino venne consacrato, nel 1625, da Urbano VIII. La chiesa non subì modifiche durante i secoli successivi. Al contrario il monastero fu oggetto di due grandi ampliamenti nel 1669 e nel 1752. Nel 1910 le religiose cedettero la struttura che venne successivamente convertita in edificio scolastico.

Oggi, grazie all'intervento voluto dal Fec, si è potuto tornare ad ammirarla nel suo originario splendore. E' tornato, così, a nuova vita l'affresco posto al centro della volta che raffigura la "Gloria dell’ordine francescano". Affollato di figure, disposte in cerchi concentrici di nubi e convergenti verso Cristo risorto e la Colomba dello Spirito Santo, al sommo della calotta.

Nel corso degli interventi, particolare attenzione è stata rivolta al problema dei distacchi della pellicola pittorica, la sua polverizzazione e scoloritura, dei distacchi dell'intonaco sottostante, delle efflorescenze e muffe.

Chiesa di San Bernardino da Siena, Roma