Collaborazione di polizia più forte Italia-Montenegro contro crimine organizzato e narcotraffico

Il ministro Lamorgese (lato sinistro del tavolo, al centro) durante l'incontro con il vice primo ministro del Montenegro Abazovic
Foto di
Michele Ciavarella
28 Giugno 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Lunedì 28 Giugno 2021, ore 20:08
Il ministro Lamorgese ha incontrato al Viminale il vice primo ministro montenegrino Abazovic

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha incontrato oggi pomeriggio al Viminale il vice primo ministro del Montenegro con delega alla Sicurezza Dritan Abazović. Al vice primo ministro montenegrino ha confermato che l’Italia sostiene con forza il percorso di riforme in grado di aprire al suo Paese le porte dell’Unione europea, anche incentivando il supporto operativo a progetti europei di contrasto alla criminalità organizzata, e per il consolidamento dello stato di diritto.

Il ministro ha anche ribadito la necessità di aumentare l’impegno comune per affrontare il fenomeno dei flussi migratori irregolari lungo la rotta balcanica, seguendo un approccio mutato perché la situazione nelle aree di crisi deve essere gestita insieme, dai Paesi Balcanici e dall’Unione europea.

Circa la prospettiva di rafforzare la collaborazione di polizia tra Italia e Montenegro, il ministro Lamorgese ha indicato tra le priorità l’attività investigativa comune per la ricerca e la cattura dei latitanti condannati dall'autorità giudiziaria italiana e il contrasto alle organizzazioni criminali transnazionali, con l'auspicio che possa essere rapidamente definita l'intesa di natura tecnica tra i due Paesi contro il narcotraffico.

28 Giugno 2021