Comunicazione in emergenza, esercitazione interforze alla Centrale Enel di Cerano

Esercitazione interforze a Cerano
14 Ottobre 2021
Ultimo aggiornamento
Giovedì 14 Ottobre 2021, ore 16:13
In provincia di Brindisi, l'attività è stata promossa dal dipartimento dei Vigili del fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Si è svolta presso il sito di interesse nazionale della Centrale termoelettrica "Federico II" dell'Enel in località Cerano (BR), un'esercitazione interforze di comunicazione in emergenza che prevede l'intervento dei Vigili del Fuoco con complesse operazioni di soccorso a persone, condotte da squadre Speleo Alpino Fluviali, Nucleo Sommozzatori, Sezione Navale e Nucleo Elicotteri con elisoccorritori del comando provinciale VVF di Brindisi e di altri comandi provinciali dei Vigili del fuoco della Puglia.

Nel dettaglio, è stata effettuata una complessa attività di recupero e salvataggio di un operaio che si è simulato fosse rimasto bloccato sul nastro trasportatore ad oltre 60 metri di altezza, di un altro dipendente evacuato da un terrazzo del dodicesimo piano con verricello dall'elicottero VVF e di altri due operai che, a seguito di un malore, avevano perso i sensi su una passerella dell'area di scarico delle acque di raffreddamento, tratto in salvo dai Sommozzatori del Nucleo di Brindisi.

Le Forze di polizia hanno garantito la sicurezza degli scenari operativi attraverso la realizzazione di varchi stradali e di una attività di controllo delle aree interessate dagli incidenti.

Le attività sono state riprese e trasmesse in diretta streaming grazie all'utilizzo di una tecnologia di comunicazione satellitare che si presta anche all'impiego su scenari di crisi e in emergenza.

L'esercitazione è stata promossa dal dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e realizzata dalla direzione regionale VVF per la Puglia e dal comando provinciale Vvf di Brindisi con il coordinamento della prefettura di Brindisi.

Ha partecipato all'operazione personale della questura di Brindisi, dei comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, della polizia locale, della brigata marina San Marco della Marina Militare, della Capitanerie di Porto, della Polizia Stradale, della Protezione Civile Regionale e Comunale, del Coordinamento regionale e provinciale dei volontari di protezione civile, dell'Arpa e del Servizio 118.