Contributi anti Covid e gestione flussi migratori a 9 comuni, il decreto del ministro Lamorgese

Palazzo Viminale
Foto di
Imagoeconomica
16 Febbraio 2021
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 24 Febbraio 2021, ore 21:15
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale stabilisce le modalità di utilizzazione e di rendicontazione

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, Serie generale n.41 del 18 febbraio 2021 il decreto del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, adottato  di concerto con i ministri dell’Economia e delle Finanze e della Salute, che stabilisce i criteri e le modalità di gestione e di rendicontazione del contributo statale di 375.000 euro attribuito, per l’anno 2020, a ciascuno dei comuni  siciliani di Lampedusa e Linosa, Porto Empedocle, Pozzallo, Caltanissetta, Vizzini, Messina, Siculiana e Augusta per fronteggiare le necessità legate al contenimento della diffusione del Covid-19 e a garantire la regolare gestione, anche sul piano sanitario, dei flussi migratori.

Il contributo è previsto dall'articolo 42 bis, comma 8, del decreto legge n.104/2020 (convertito con modificazioni dalla legge n.126/2020).

In particolare, il decreto stabilisce che gli enti beneficiari dovranno utilizzare il contributo per le prestazioni di assistenza, anche sanitaria, nei confronti dei migranti nonché per la realizzazione di interventi, anche di natura strutturale, e di attività connesse alla presenza di migranti nel territorio nazionale. A questo proposito, i comuni dovranno presentare al ministero dell’Interno, entro il prossimo 28 febbraio,  un piano dettagliato degli interventi e, entro il 31 luglio 2021, un rendiconto corredato da una relazione che illustra le risorse finanziarie utilizzate e i risultati raggiunti.