Devianza minorile e uso delle armi: a Napoli giornata organizzata da prefettura e Università

Napoli, il porto (repertorio)
Foto di
Imagoeconomica
19 Febbraio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Venerdì 19 Febbraio 2021, ore 20:03
Presentato anche uno studio di un Gruppo di analisi interforze sulla circolazione delle armi illegali

“Mercato delle armi e devianza grave minorile nell’area metropolitana di Napoli. Criticità e soluzioni” è il tema della giornata di approfondimento che si è svolta presso la prefettura di Napoli, in partnership con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con gli interventi di autorevoli relatori sugli aspetti più critici dal punto di vista sociologico, normativo e operativo.

Nell'occasione, è stato presentato il lavoro, ancora in corso, del Gruppo di analisi interforze sulla circolazione delle armi illegali nell’area metropolitana di Napoli, istituito presso la prefettura di Napoli, e finalizzato a descrivere le dinamiche di circolazione delle armi e le relative modalità di approvvigionamento anche tra soggetti minorenni. 

Mentre, il prof. Giacomo Di Gennaro dell’Università Federico II di Napoli ha descritto le interferenze esistenti tra questione criminale, devianza minorile e condizioni ambientali, sottolineando che il problema della devianza minorile impone un approccio articolato, con azioni preventive di tipo sociale e infrastrutturale che rappresentino per i ragazzi occasioni di crescita, allontanandoli dai modelli espressi dalla criminalità organizzata.

La giornata è stata conclusa dall'intervento del prefetto di Napoli Marco Valentini che ha proposto l’avvio di un  progetto di ricerca specifico sui temi emersi nel corso dell’incontro, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e con gli altri soggetti presenti, eventualmente attraverso la sottoscrizione di un protocollo.