Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Diritto di asilo, Salvini: necessarie procedure più efficienti e veloci

19 Giugno 2018

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 27 Giugno 2018, ore 12:59
Il ministro incontra nella sede didattica dell’Interno presidenti e funzionari delle Commissioni territoriali

«Vi ringrazio per il lavoro e per l’impegno che quotidianamente profondete nel difficile compito affidatovi». Ha esordito così il ministro dell’Interno Matteo Salvini, salutando i presidenti delle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale presenti questa mattina alla Sede didattica dell’Interno.

«È  fondamentale – ha continuato il ministro – rendere massimamente efficienti e veloci le procedure di esame delle istanze di riconoscimento della protezione da parte delle commissioni operanti sul territorio, a tutela di coloro che hanno veramente diritto all’asilo e a ricominciare una nuova vita».

Un saluto particolare è stato rivolto ai 250 nuovi funzionari, vincitori del concorso per componenti delle commissioni territoriali, che stanno concludendo il corso di formazione e prenderanno servizio tra due settimane. «Sono certo – ha detto Salvini – che la vostra presenza e la vostra professionalità costituiranno un valore aggiunto per ridurre i tempi di esame delle richieste e fornire una adeguata risposta a chi fugge da persecuzioni, torture o dalla guerra». «Un importante apporto allo smaltimento dell’arretrato verrà anche – ha aggiunto il ministro – dalla assunzione dei 171 idonei del concorso per cui sono già disponibili le relative risorse finanziarie».

All’incontro svoltosi nell’aula magna della sede didattica, erano presenti il Capo del dipartimento per le Politiche del personale dell’amministrazione civile dell’Interno, Luigi Varratta, il Capo del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione, Gerarda Pantalone, e il presidente della Commissione nazionale per il diritto di asilo, Sandra Sarti.

AddToAny