Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Educazione stradale, un concorso per gli studenti di Verona

verona_strada_sicura.jpg

La presentazione in prefettura dell'iniziativa di Verona Strada Sicura

Foto:

Prefettura di verona
9 Ottobre 2019

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 9 Ottobre 2019, ore 14:53
Incontri tra studenti e istituzioni e un progetto contro l'uso dello smartphone alla guida. L'iniziativa patrocinata dalla prefettura

Un mese di incontri con gli studenti delle scuole secondarie di II grado di Verona e provincia per educarli al rispetto delle regole della strada e accrescere la consapevolezza sulle conseguenze gravi di comportamenti imprudenti o condizionati dall’abuso di alcool o di stupefacenti.

E' il progetto presentato questa mattina dall’associazione Verona Strada Sicura, con  il partocinio della prefettura. «Paghiamo un costo umano e sociale ancora troppo alto sulle nostre strade - ha dichiarato il prefetto Giovanni Cafagna - è compito delle istituzioni e delle agenzie educative con il concorso delle associazioni del settore, operare affinchè si sviluppi una cultura e una coscienza civica».

In parallelo verrà lanciato il concorso “ +Smart – Phone on the road”, diretto alle scuole primarie, con l'obiettivo di coinvolgere i ragazzi a realizzare elaborati (spot, poster, scritti, ecc.) sul divieto di utilizzo degli smartphone alla guida. Il concorso è stato ideato con il contributo di Gardaland che alle classi vincitrici offrirà una giornata di svago al parco divertimenti.​

L'iniziativa di Verona Strada Sicura coinvolgerà il MIUR - Ufficio VII di Verona, la Polizia Stradale, i Vigili del fuoco, il SUEM 118 Verona e la Società Autostrade Venete; mentre partners saranno l’Azienda Trasporti Verona, il Banco Popolare di Milano, l’Hellas Verona, Gardaland, l’Aci Verona, Man Truck&Bus Italia, Radiotaxi, il Consorzio Eurobus e l’Assimp.

La presentazione dell'iniziativa in prefettura

AddToAny