Emergenza Covid19, consentito andare a prendere chi rientra in Italia

Controlli di polizia
19 Marzo 2020
Ultimo aggiornamento
Giovedì 26 Marzo 2020, ore 17:46
Solo una persona potrà recarsi in aeroporto/porto/stazione per agevolare chi rientra nel ritorno a casa

Andare a prendere chi dall'estero rientra in Italia in aereo, treno o nave si può, purché una sola persona si rechi in aeroporto, porto o stazione per agevolarne il rientro a casa, nel rispetto delle misure di emergenza sugli spostamenti vigenti per il contenimento dell'emergenza sanitaria da Coronavirus (Covid19).  

Lo comunica il dipartimento della Protezione civile nelle istruzioni per il rientro degli italiani dall'estero, specificando che chiunque rientra in Italia sarà controllato con il termoscanner da volontari della Protezione civile.

La Polizia effettuerà i controlli di frontiera agevolando la compilazione del modello di autodichiarazione, considerato che lo spostamento per e dallo scalo rientra tra le fattispecie delle "situazioni di necessità", specificando il tragitto. 

Gli italiani che rientano dall'estero, anche in assenza di sintomi da Covid19, devono comunque comunicare il proprio ingresso in Italia al dipartimento di Prevenzione della loro azienda sanitaria locale (Asl). Saranno sottoposti per 14 giorni, specifica la Protezione civile, a sorveglianza sanitaria e autoisolamento volontario.