Esercitazione antiterrorismo a Napoli, simulato un attacco con ostaggi e feriti 

Napoli, il porto (repertorio)
Foto di
Imagoeconomica
20 Luglio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 20 Luglio 2021, ore 21:06
Per innalzare i livelli di sicurezza in vista dei prossimi incontri del G20 il 22 e 23 luglio 

Si è svolta questa mattina a Napoli – presso la caserma “Caretto”, sede del X reggimento Carabinieri della regione Campania – un’esercitazione antiterrorismo in vista dei prossimi incontri delle delegazioni dei paesi del G20, in calendario per le giornate del 22 e 23 luglio. 

Alla simulazione di “attacco terroristico”, in uno scenario con feriti e ostaggi, hanno preso parte i corpi speciali del comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Napoli.

In particolare, sono stati chiamati a operare sul campo i reparti speciali dell’Arma che hanno il compito di intervenire all'interno di situazioni ad alto rischio, prevenire o contenere atti di terrorismo quali le Aliquote di primo intervento (API) e le Squadre operative di supporto (SOS), coadiuvati dal personale specializzato del Gruppo intervento speciale (GIS), del nucleo elicotteri di Pontecagnano e delle Aliquote artificieri e cinofili. 

L’esercitazione si è svolta alla presenza del prefetto di Napoli Marco Valentini e dei vertici dell’Arma dei Carabinieri e delle altre Forze di Polizia.