Esercitazione “Basilisca 2021”: convocato a Potenza il Centro coordinamento soccorsi

Convocato a Potenza in prefettura il Centro coordinamento soccorsi
Foto di
prefettura di Potenza
21 Luglio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 21 Luglio 2021, ore 15:36
Simulato un vasto incendio per testare le diverse componenti impegnate nelle operazioni

Verificare le procedure operative di emergenza svolte in sinergia tra l’Esercito e le diverse componenti del sistema locale di protezione civile. Con questo obiettivo è stato simulato, oggi, uno scenario di “incendio boschivo e di interfaccia nel comune di Ruoti”, nell’area di bosco al confine con il territorio di Potenza (località Varco del Torno-Bosco Grande).

Una prima fase è stata gestita dalla Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP) regionale per l’incendio boschivo e della Sala Operativa 115 dei Vigili del Fuoco, nel passaggio da incendio boschivo ad incendio di interfaccia, con coinvolgimento di una struttura ricettiva (campeggio). 

Dopo l’attivazione da parte dei Vigili del Fuoco del soccorso sanitario d’urgenza – 118 per l’assistenza ai feriti, il sindaco di Ruoti, in qualità di autorità di protezione civile, ha costituito il Centro Operativo Comunale e informato il sindaco di Potenza. 

I Vigili del fuoco hanno costituito, inoltre, un Posto di Comando Avanzato, con una sala operativa mobile per il coordinamento delle operazioni di soccorso.

Dopo queste operazioni, il prefetto di Potenza Annunziato Vardè ha convocato il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), per garantire il coordinamento dei necessari interventi anche con l’attivazione delle componenti statali, tra cui l’Esercito.

All’esercitazione hanno partecipato circa 50 militari dell’Esercito, insieme a un sistema aeromobile a pilotaggio da remoto Raven (droni), che consente di proiettare al CCS le immagini della zona del simulato incendio. Impiegati, poi, volontari per le attività di spegnimento nonché l’utilizzo di un mezzo aereo leggero del sistema di protezione civile per la verifica dell’evento con l’invio delle immagini georeferenziate. 

I volontari di protezione civile, oltre 60 unità con 15 mezzi e due ambulanze, hanno svolto anche attività di supporto alle Forze di polizia e di assistenza alla popolazione per l’esecuzione dei provvedimenti di evacuazione  verso la sistemazione temporanea all’interno del centro polifunzionale di Ruoti.