Focus in prefettura sulla ripresa in provincia di Avellino

Il prefetto Spena (a destra, seduta) davanti al video durante la videoconferenza
Foto di
Staff della prefettura
26 Giugno 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Venerdì 26 Giugno 2020, ore 12:11
Situazione economica sotto monitoraggio, appello agli stakeholder pubblici e privati per favorire il rilancio

Il 96% delle 4288 richieste di cassa integrazione in deroga presentate in provincia di Avellino è stato autorizzato e liquidato, mentre nel mese di giugno, per quanto riguarda l'accesso al credito, è raddoppiato rispetto a maggio il numero dei finanziamenti concessi alle imprese. I dati, forniti rispettivametne dall'Inps e dall'Associazione bancaria italiana (Abi), sono tra quelli emersi ieri durante la riunione in videoconferenza del tavolo di confronto per il monitoraggio della situazione socio economica, resieduto dal prefetto Paola Spena.

Obiettivo del focus, fare il punto della situazione sulla ripresa delle attività produttive in provincia, che stanno affrontando le pesanti conseguenze del lockdown dovuto alla fase acuta dell'emergenza Covid, in termini di calo dei consumi e quindi della produzione e degli occupati, come hanno segnalato durante l'incontro i rappresentanti delle organizzazioni di categoria e dei sindacati.

A loro il prefetto Spena ha assicurato impegno non solo nel monitoraggio costante della situazione ma anche nel coinvolgere gli stakeholder, a livello locale e nazionale, in azioni a supporto della ripresa della produzione, anche per quanto riguarda il tema delle infrastrutture.

In quest'ottica farà appello alle amministrazioni pubbliche del territorio perché mettano in campo tutti gli strumenti a disposizione, e - sul fronte della prevenzione anti-Covid - la prefettura fornirà alle categorie produttive la check-list di controllo che sarà utilizzata d'ora in poi dal nucleo ispettivo che effettua i controlli per il rispetto delle misure anti-contagio nei luoghi di lavoro, per favorire una sempre più omogenea applicazione dei protocolli condivisi tra governo e parti sociali.

Allegati
File
Allegato Dimensione
Il comunicato della prefettura 282 KB