Fondi a 4 comuni brianzoli contro lo spaccio vicino alle scuole

Prefettura di Monza e Brianza
30 Giugno 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 30 Giugno 2020, ore 13:15
La prefettura di Monza e della Brianza siglerà un protocollo con gli enti

Il ministero dell'Interno ha approvato i progetti presentati dai comuni di Cesano Maderno, Desio, Lissone e Seregno, provincia di Monza e della Brianza, contro lo spaccio di droga nei pressi delle scuole, a valere sui fondi destinati alla campagna "Scuole sicure" 2020-2021.

Gli enti riceveranno, come già il comune di Monza per l'anno scolastico precedente, dei contributi da utilizzare per assumere a tempo indeterminato e/o pagare straordinari agli operatori di Polizia locale, potenziare o allestire sistemi di videosorveglianza nelle aree a rischio, acquistare mezzi, avviare campagne di informazione e sensibilizzazione rivolte ai più giovani, la fascia più a rischio.

La prefettura, che ha sostenuto il percorso dei comuni che hanno presentato i progetti, siglerà con i nuovi beneficiari un protocollo d'intesa a garanzia degli impegni assunti. Soddisfatta il prefetto Patrizia Palmisani: «E' importante che il contrasto al consumo di sostanze stupefacenti cominci dalla scuola», ha dichiarato, «in quanto è il luogo in cui si forma la coscienza dei più giovani, a cui deve essere data la possibilità di apprendere la cultura della legalità e della sicurezza».