Genova, sospeso lo sciopero dei portuali dopo l'incontro in prefettura

Panoramica di Genova con campanile (a sinistra) e porto
Foto di
Imagoeconomica
16 Luglio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Venerdì 16 Luglio 2021, ore 18:34
Al tavolo tra gli attori interessati, raggiunto un accordo che tiene conto delle istanze dei lavoratori

Dare impulso ad un rafforzamento dei percorsi di formazione dei lavoratori sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Con questo impegno si è conclusa la riunione in prefettura a Genova, presieduta dal prefetto Renato Franceschelli, per esaminare le criticità che hanno condotto alla proclamazione di un’azione di sciopero dei lavoratori del porto di Genova per il 19 luglio prossimo e di una successiva astensione dei lavoratori della Cullmv, cooperativa operante all’interno dello stesso porto, preannunciata per il 28 luglio prossimo.

Il prefetto ha invitato i presenti a tener conto delle ricadute che lo svolgimento di più azioni di sciopero in un ristretto intervallo temporale determinerebbero, tanto sotto il profilo socio economico che sul piano della viabilità cittadina.

In considerazione degli impegni assunti nel corso della riunione e dell’apertura di successivi tavoli tecnici, i sindacati hanno dichiarato la sospensione delle preannunciate azioni di sciopero nel porto genovese.

Alla riunione hanno preso parte il presidente della Regione Liguria, il sindaco di Genova e della Città Metropolitana, il capo del servizio tecnico portuale della Capitaneria di Porto, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, il presidente di Confindustria Genova – Sezione Terminal Operators, il console della Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie (CULMV) e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali sopra citate.