I tesori del Fec raccontati su Rai Storia

San Michele Arcangelo di Guido Reni, Roma, chiesa di Santa Maria Immacolata Concezione dei Cappuccini
25 Settembre 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Venerdì 2 Ottobre 2020, ore 15:27
In prima visione il 25 settembre alle 21.10 il docu-viaggio attraverso il patrimonio e le attività del Fondo edifici di culto

Passeggiando per Roma, soprattutto per le strade del centro storico, può sembrare naturale entrare in una chiesa e poter ammirare architetture, decori e fregi che ancora sorprendono per bellezza e monumentalità, o imbattersi in una tela del Caravaggio, o in una scultura del Bernini.

Dietro molti di questi edifici sacri e i capolavori in essi conservati c'è in realtà una costante attività di conservazione e tutela, attraverso il restauro, e di valorizzazione, portata avanti dal Fondo edifici di culto (Fec) gestito dal ministero dell'Interno attraverso l'omonima direzione centrale del dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione.

Al Fondo, alla sua storia intrecciata con quella dell'Italia unita e alle sue chiese, in particolare quelle della capitale, è dedicato il documentario "Roma 1870-Il patrimonio culturale tra Chiesa e Stato", in prima visione questa sera su Rai Storia alle 21.10.

Realizzato dal canale in collaborazione con lo stesso Fec e con il ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turism (MiBACT) in occasione dei 150 anni della Breccia di Porta Pia, il filmato è viaggio attraverso l'arte e la storia, che nel caso del Fondo edifici di culto si attraversano a vicenda in modo singolare.

Il Fec è infatti l'"erede" degli enti che dopo l'Unità d'Italia, con la fine del potere temporale dei Papi e il passaggio dalla Chiesa allo Stato unitario degli edifici e degli assi patrimoniali ecclesiastici, si sono succeduti nella gestione dell'immenso patrimonio artistico, storico, culturale, religioso e documentale inglobato dal giovane Stato italiano.

Parliamo di conventi, monasteri, congregazioni che diventano scuole e ospedali, tribunali e caserme, e di chiese, mentre per soddisfare le esigenze amministrative della nuova capitale alcuni tra i più prestigiosi di questi edifici religiosi furono trasformati in sedi di ministeri.

Anche le chiese vengono naturalmente annesse alle proprietà demaniali, ma preservate nella funzione e conservate negli arredi, lasciate in uso agli ordini religiosi che continuano ancora oggi a amministrare il culto.

Sono più di 830 le chiese gestite dal Fondo, 70 delle quali situate a Roma che, come capitale del Regno, fu il teatro di questo storico passaggio di consegne.

Un momento della storia unitaria del quale forse non si sa molto, e sul quale il documentario contribuisce a fare luce attraverso un'attenta ricostruzione storica, con le parole di un giovane soldato-cronista che partecipò all'assalto e alla breccia di Porta Pia: Edmondo De Amicis.

Si alternano alle immagini i contributi di storici ed esperti, interviste a rappresentanti del Fec, tra i quali il prefetto Angelo Carbone, al momento della realizzazione del video a capo della direzione centrale del Fec, oggi denominata Affari dei culti e per l’amministrazione del Fondo edifici di culto e guidata dal prefetto Alessandra Camporota, e ai restauratori del MiBact, che progetta e realizza gli interventi di conservazione e restauro sulle chiese e le opere, finanziati dal Fondo.