Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Incidenti stradali: un tavolo di lavoro a Ferrara

15 Gennaio 2020

Temi:

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 15 Gennaio 2020, ore 10:15
Decisi in prefettura più controlli e un programma di formazione

Primi dati indicativi a Ferrara sul numero di incidenti con lesioni registrati nel 2019: sono stati 1205 con 32 decessi. La rilevazione è stata presentata ieri in prefettura nella riunione dell’Osservatorio provinciale per la sicurezza stradale, presieduto dal prefetto Michele Campanaro.

«La complessità del fenomeno richiede un maggiore e più efficace coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali» ha detto il prefetto, introducendo la riunione a pochi giorni dalla direttiva del ministro dell’Interno per innalzare il livello di contrasto del fenomeno dell’incidentalità stradale.

Nel 2019 sono state ritirate 515 patenti per guida in stato di ebbrezza, di queste 83 a seguito di incidenti causati dall’elevato tasso alcolico del conducente (500 patenti ritirate nel 2018, con 82 incidenti causati dallo stato di ebbrezza). La maggior parte degli incidenti nel 2019 per guida in stato di ebbrezza (42 su 83) è stata causata da conducenti nella fascia d’età compresa tra i 36 ed i 55 anni. Quanto alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nello stesso periodo sono state ritirate 18 patenti e accertati 3 incidenti; nel 2018 le patenti ritirate sono state 15, nessuna delle quali a seguito di incidente.

È​ stata disposta già da oggi l'attivazione in prefettura di un tavolo di lavoro con il compito di analizzare con maggior dettaglio i dati statistici e procedere a una verifica delle criticità stradali per porre all’attenzione degli enti proprietari le situazioni di maggior pericolo per la circolazione e migliorare la segnaletica e l’illuminazione, dissuasori di velocità e altro, oltre a intensificare i controlli su strada.

Sul piano della prevenzione, partirà un programma di iniziative di formazione e sensibilizzazione curato dalla Polizia Stradale, in collaborazione con le Polizie Municipali, e con il coordinamento dell’Ufficio scolastico provinciale, rivolto non solo ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, ma anche ai cittadini stranieri richiedenti asilo e alle fasce di popolazione a più bassa scolarità e con situazioni di disagio.

Allegati:

AllegatoDimensione
PDF icon Prefettura di Ferrara-comunicato 14.01.202042.91 KB

AddToAny