Interventi per 2 mln e 800mila euro per i beni Fec a Cagliari e Iglesias

Veduta esterna della facciata della basilica si Nostra Signora di Bonaria (Cagliari)
Foto di
Prefettura di Cagliari
31 Marzo 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Giovedì 1 Aprile 2021, ore 09:34
Tra le chiese interessate la basilica di Nostra Signora di Bonaria

Partiranno dalla basilica cagliaritana di Nostra Signora di Bonaria, patrona della Sardegna, i lavori di manutenzione, conservazione e restauro degli edifici sacri di proprietà del Fondo edifici di culto (Fec) del ministero dell'Interno situati nei comuni di Cagliari e Iglesias, per un ammontare complessivo stimato di circa 2milioni e 800mila euro nel triennio 2021/2023.

Durante una riunione in videoconferenza - presieduta questa mattina dal prefetto di Cagliari Gianfranco Tomao - sono state individuate le priorità di intervento sulla base delle schede predisposte dalla soprintendenza.

I lavori fanno parte del piano per la messa in sicurezza, il restauro e la conservazione del patrimonio culturale, architettonico e artistico del Fec su tutto il territorio nazionale avviato a inizio anno dal ministero grazie a risorse dal Recovery Fund (Next Generation EU) e dal Piano nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNNR) “Valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale”.

Un investimento concreto per le bellezze architettoniche e le comunità locali interessate.