Lamorgese al Centro Fermi: opportunità di stimolo per le menti dei giovani

Roma, visita del ministro Lamorgese al Centro ricerche Enrico Fermi
20 Luglio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 20 Luglio 2021, ore 21:46
Il ministro ha visitato, insieme al ministro Messa, la struttura ospitata all'interno del Viminale dove sono illustrate le scoperte del premio Nobel

«Avere il Centro Fermi all'interno del compendio del Viminale è un onore». Lo ha dichiarato il ministro Lamorgese che oggi ha visitato, insieme al ministro dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa, la sede del prestigioso ente di ricerca che sorge nella storica palazzina di via Panisperna, dove il gruppo di studiosi diretto da Enrico Fermi negli anni '30 fece delle straordinarie scoperte che valsero, poi, il premio Nobel.

«Il sogno, ribadisce Lamorgese, è di farlo diventare un punto di riferimento per la cultura della città e non solo». Il rapporto tra il Centro e i giovani è stato ripreso anche dal ministro Messa che ha sottolineato come i contenuti esposti nel museo, ricchi di immagini e interattività, siano perfettamente in grado di interagire con i nuovi metodi di apprendimento più consoni alle nuove generazioni.

Ora, come sottolineato dal presidente Pietronero, il Centro Fermi vuole essere un incubatore di ricerca e scoperte scientifiche che grazie alla sua attrattiva rappresenti anche un legame tra discipline umanistiche e scientifiche.

All'incontro è intervenuto anche il prof. Eugenio Gaudio, presidente del Consiglio Scientifico del Cref che ha auspicato che le istituzioni abbiano un interesse a sostenere questo tipo di attività capaci di portare entusiasmo e fiducia nel campo della ricerca.