Lamorgese: inammissibili le violenze verso chi difende legalità e sicurezza

Palazzo Viminale
Foto di
Imagoeconomica
6 Aprile 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 7 Aprile 2021, ore 14:23
Il monito del ministro: che le ragioni della protesta non «sfocino in comportamenti che provocano ulteriori tensioni e disagi»

«In questo momento le proteste sono alimentate dalla situazione estremamente delicata per il Paese ma è inammissibile qualsiasi comportamento violento nei confronti di chi è impegnato a difendere la legalità e la sicurezza». Con queste parole il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha espresso «solidarietà e vicinanza al funzionario della Polizia di Stato rimasto ferito durante la manifestazione in Piazza Montecitorio» nel corso della quale ci sono stati momenti di tensione tra i manifestanti che protestavano per le riaperture e le Forze di polizia davanti alla camera dei Deputati.

«Tutte le nostre forze di polizia stanno operando con grande professionalità, equilibrio e senso di responsabilità di fronte all’evidente disagio delle categorie economiche più colpite dalla grave crisi innescata dalla pandemia che merita la doverosa attenzione del Governo» ricorda il ministro precisando tuttavia che è inaccettabile che «in una fase così difficile per il Paese in cui è richiesto il massimo sforzo di coesione e di reciproca solidarietà, le ragioni della protesta sfocino in comportamenti che provocano ulteriori tensioni e disagi».

Disagi che spesso si ritorcono «indiscriminatamente» su cittadini «altrettanto provati dalla crisi causata dal Covid-19 come nel caso del blocco stradale a Caserta» ha aggiunto la titolare del Viminale riferendosi al blocco ancora in corso del casello della A1 Caserta -Sud da parte di lavoratori della categoria dei mercatali.