Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Lecco: anche un drone per la ricerca di persone disperse

9 Ottobre 2019

Ultimo aggiornamento:

Venerdì 11 Ottobre 2019, ore 17:50
Sarà impiegato per i soccorsi nelle zone più impervie della provincia

Nelle attività di ricerca di persone disperse, potrà fare sicuramente la differenza l’impiego di un drone. In provincia di Lecco, l’aeromobile a pilotaggio remoto potrà intervenire nelle zone più accidentate, in ambiente montano e in ambiente acquatico, evitando anche di mettere a rischio l’incolumità degli operatori del soccorso.

Lo strumento di ricerca è stato presentato questa mattina dal prefetto Michele Formiglio, alla presenza delle componenti istituzionali della protezione civile.

L’utilizzo del drone sarà definito da un protocollo d’intesa e, ha sottolineato il prefetto, non andrà mai a sostituire l’attività umana, ma servirà a potenziarla e a supportarla.

L'apparecchio, costruito in Italia, è stato messo a disposizione del sistema di Protezione civile della provincia dal Lions Club di Colico (Lc). È di straordinaria agilità e consente una visione completa anche da un’altezza di 50-70 metri. Dotato di due monitor e di altrettanti radiocomandi, è in grado di trasmettere immagini in diretta alla prefettura o alla base delle ricerche, a seconda delle necessità. Oltre alla classica visione ottica, il drone può rilevare la presenza di una temperatura corporea all’interno di un ambiente vegetale, roccioso o acquatico.

Prefettura di Lecco

AddToAny