Lecco, diminuiscono i reati nel comprensorio meratese

Merate (LC), comitato provinciale presso l'auditorium
24 Novembre 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 24 Novembre 2021, ore 13:29
I dati analizzati nel corso del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica

Diminuiscono i reati commessi (-9,23%) specialmente le rapine (-16,65%) rispetto a un anno fa ed anche rispetto all’anno precedente pre-Covid. È quanto emerso nel corso del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Lecco, Castrese De Rosa, che si è riunito presso l’Auditorium "Giusi Spezzaferri" nella sede comunale di Merate.

Erano presenti, tra gli altri, i 14 sindaci dei comuni che fanno parte del comprensorio: Airuno, Brivio, Calco, Cernusco Lombardone, Imbersago, La Valletta Brianza, Lomagna, Merate, Montevecchia, Osnago, Paderno d’Adda, Robbiate, Santa Maria Hoè e Verderio.

«Abbiamo voluto dare – ha sottolineato il prefetto – un forte segnale di attenzione a questo territorio e di vicinanza ai sindaci in un comprensorio con oltre 75mila abitanti ed una presenza di cittadini stranieri residenti di circa 7500 unità, pari al 10,2% della popolazione. Continueremo ad essere attenti e ad ascoltare la voce dei primi cittadini sui territori, ha aggiunto, per perseguire soprattutto la criminalità predatoria, specie, in questo periodo prenatalizio, incentivando sempre di più le forme di collaborazione tra le Forze di Polizia a competenza generale e le Polizie locali».

Per quanto riguarda gli altri dati esaminati, inoltre, i furti registrano una diminuzione del 4,13% rispetto ad un anno fa. In particolare, per i furti in abitazione è stata registrata una diminuzione del 10,76%. In aumento risultano, invece, le truffe e le frodi informatiche, un fenomeno da inquadrare nel maggior utilizzo di strumenti informatici da parte della popolazione, dovuto soprattutto ai periodi di lockdown.