Lecco, pianificata in prefettura la bonifica della bomba bellica trovata davanti Pradello di Abbadia Lariana

Bomba d'aereo (foto di repertorio)
10 Gennaio 2022
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 11 Gennaio 2022, ore 10:29
L'Autorità di bacino del Lario ha vietato per il 12 e il 13 gennaio navigazione, pesca e attività subacque

Si svolgeranno il 12 e 13 gennaio prossimi le operazioni preliminari necessarie per la bonifica della bomba bellica ritrovata a 7 metri di profondità nello specchio di lago difronte Pradello, località di Abbadia Lariana, in provincia di Lecco, da operatori del Nucleo Sommozzatori dei Vigili del fuoco impegnati in un addestramento.

Le operazioni sono state pianificate questa mattina in prefettura durante la riunione di coordinamento presieduta dal prefetto Castrese De Rosa, con la partecipazione del sindaco di Abbadia Lariana, di rappresentanti dell'amministrazione provinciale di Lecco (un assessore e il responsabile della protezione civile), dei vertici territoriali delle Forze dell'ordine e dei Vigili del fuoco, di rappresentanti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, del comando Raggruppamento Subacquei e Incursori della Marina Militare, della Società Navigazione del Lago, dell’Autorità di bacino del Lario, della Croce rossa Italiana e di Areu 118.

L’esplosivo sarà rimosso, trasportato e messo in sicurezza, sempre in acqua, in località Moregallo, a Mandello del Lario e, successivamente, spostato in cava, per valutare se effettuare sul posto il brillamento, previsto per il 18 gennaio.

L’Autorità di bacino del Lario e dei laghi minori ha intanto vietato oggi con ordinanza la navigazione da mercoledì 12 a giovedì 13 gennaio, con sospensione di tutte le attività subacquee, di balneazione e pesca nello specchio d'acqua antistante Abbadia Lariana.