Lotta al caporalato e accoglienza lavoratori stagionali, tavolo regionale a Potenza

Prefettura di Potenza
Foto di
Prefettura di Potenza
14 Aprile 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Giovedì 15 Aprile 2021, ore 20:25
Definito in prefettura il piano operativo per gestire sicurezza e controlli sanitari

Riunione, oggi, nella prefettura di Potenza, del Tavolo di coordinamento regionale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura. All'ordine del giorno le misure da adottare in previsione del prossimo avvio del periodo di raccolta dei prodotti ortofrutticoli stagionali.

Tra i temi affrontati nel corso della riunione presieduta dal prefetto Annunziato Vardè, particolare attenzione è stata posta sia al sistema di accoglienza dei lavoratori stranieri nel territorio regionale, sia alle attività di prevenzione contro insediamenti abusivi. Non da meno il sistema di sicurezza sanitaria contro il diffondersi dell’epidemia da Covid-19 e le misure di contrasto al fenomeno di utilizzo irregolare o illecito della manodopera.

In merito ai servizi di accoglienza, anche quest'anno saranno realizzati presso la struttura dell’ex Tabacchificio di Palazzo San Gervasio. Tramite il progetto Pasim sono previste l'istituzione di un “punto salute”, l’organizzazione del trasporto dai luoghi di domicilio ai luoghi di lavoro, nonché le attività di animazione e di potenziamento informativo e divulgativo.   

E' stato, inoltre, approfondito il tema che riguarda l’individuazione di soluzioni strutturali in grado di superare le risposte emergenziali, in particolare ponendo l’attenzione sui progetti in corso di definizione a valere sui fondi Pon Legalità. Nello specifico, per quanto riguarda la provincia di Potenza, su quelli relativi ai Centri di accoglienza di Venosa (la cui ipotesi progettuale è stata già trasmessa al ministero dell’Interno) e di Lavello.

Per l’area del metapontino, il prefetto di Matera ha rilevato che la presenza di lavoratori migranti regolari è cospicua e diffusa durante tutto l’anno, per l’intensiva coltivazione di diverse tipologie di prodotti ortofrutticoli.Ha, inoltre, assicurato l’impegno della prefettura nell’attività di coordinamento e di messa in rete dei molteplici progetti promossi dalle associazioni e dagli enti di settore.

Con riferimento alle iniziative di competenza della regione Basilicata, è stato assicurato che l’attivazione della struttura di accoglienza dell’ex Tabacchificio è prevista entro la prima metà del prossimo mese di giugno.

Sono stati, infine, illustrati brevemente gli altri progetti in corso, sia relativi alla individuazione di strutture alloggiative da utilizzare in modo sistematico, sia relativi a percorsi formativi per gli operatori delle stesse, nonché alla sorveglianza sanitaria per i lavoratori stagionali.

Al riguardo, è stato assicurato che, prima dell’ingresso degli ospiti nel Centro di accoglienza di Palazzo San Gervasio, saranno eseguiti i tamponi per la ricerca del virus Sars-Cov2.