Monza: convegno su “Strumenti e strategie di prevenzione e contrasto all’usura”

Cagliostro a Monza
13 Dicembre 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 14 Dicembre 2021, ore 10:17
L'evento è stato trasmesso in diretta web su questo sito

Presso la Sala Verde Auditorium "Egidio Ghezzi‟ a Monza, si è tenuto oggi dalle ore 10 un convegno dal titolo “Strumenti e strategie di prevenzione e contrasto all'usura”, organizzato dalla prefettura di Monza e della Brianza, in collaborazione con l’amministrazione provinciale e l’associazione “Vittime del dovere”.

L’iniziativa ha permesso di discutere dei profili criminali e sociali dell'usura, nonché di approfondire la portata del fenomeno nella provincia di Monza e della Brianza.

L'usura, ha ricordato il prefetto Patrizia Palmisani, è «un reato sistemico che non riguarda solo le persone più fragili ma anche un territorio ricco come la Brianza. Soltanto nell'ultimo triennio la prefettura ha emanato oltre 20 interdittive antimafia. I due anni di pandemia hanno fornito l'humus migliore perché l'usura attecchisse ancora di più». Fa riflettere il dato che, nell'ultimo triennio «sono state pochissime le denunce presentate e le istanze di accesso al fondo anti-usura avanzate».

Nel corso dell'incontro – a cui ha partecipato anche il prefetto Giovanna Cagliostro, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura – sono stati, inoltre, presentati i contenuti del nuovo accordo quadro nazionale per la prevenzione e il contrasto del fenomeno dell’usura, siglato dal ministro dell’Interno e da ABI lo scorso 16 novembre. È necessario, ha detto il prefetto, «comprimere i tempi per accedere al credito», ricordando che, anche a chi è stato protestato in passato, deve essere consentito il reinserimento nell'economia legale.

Il convegno, oltre che su questo sito, è stato trasmesso in diretta anche sul canale YouTube della Provincia di Monza e della Brianza.