Neutralizzato ordigno bellico a Vicenza: concluse tutte le operazioni

Il coordinamento delle operazioni da parte del prefetto Signoriello
Foto di
Prefettura Vicenza
3 Maggio 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 4 Maggio 2021, ore 14:37
Le attività, coordinate dalla prefettura, hanno visto la collaborazione di oltre venti enti

Si sono svolte con successo ieri a Vicenza le operazioni di neutralizzazione e successivo trasporto in sito sicuro della bomba d'aereo rinvenuta nel centro storico della città, residuato bellico della seconda guerra mondiale del peso di 500 libbre.

Coordinate dalla prefettura, le operazioni sono state eseguite dagli artificieri dell'8° reggimento Guastatori Paracadutisti "Folgore" di Legnago, con la collaborazione di oltre 20 enti - tra Forze dell'ordine, amministrazioni pubbliche e società di servizi essenziali - e la partecipazione di circa 500 persone.

L'attività di evacuazione dei 3.226 cittadini residenti all’interno dell’area di sgombero, preceduta dalla disalimentazione della rete elettrica e del gas nonché della linea di contatto della Stazione ferroviaria, è iniziata alle ore 7.00 e si è svolta in piena coerenza con quanto disposto dalla direttiva operativa del prefetto Pietro Signoriello, oltre che dai conseguenti atti ordinativi adottati dal sindaco e dal questore.

Conclusa l’attività di evacuazione - e verificata in sede di Cento Coordinamento Soccorsi l’effettiva realizzazione di tutti gli adempimenti monitorati dalla dalla sala operativa –, alle ore 9:28 è stato dato avvio alle operazioni di neutralizzazione dell’ordigno, le quali, nonostante i profili di criticità scaturenti dall'avanzato stato di deterioramento della spoletta armata, si sono concluse con esito positivo alle ore 15:55.

L’ordigno disinnescato è stato poi posizionato su un automezzo speciale dell’Esercito italiano, con il quale è stato trasportato a 40km di distanza, nel Comune di Alonte, presso la “Cava Manfrinato”, nell’ambito di apposito convoglio di sicurezza.
La bomba, battezzata "Nasty Girl", sarà fatta brillare in sicurezza questa mattina.

Vicenza: la rimozione dell'ordigno bellico da parte dell'esercito