Occupazioni abusive, approvato il piano di sgomberi a Roma

Operatori della Polizia e persone nell'ambito di un intervento di sgombero di immobili occupati abusivamente a Roma
19 Luglio 2019
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 24 Luglio 2019, ore 20:26
Priorità per 25 edifici. Gli interventi a partire dal 2020

In linea con la recente normativa sulla sicurezza e con gli indirizzi sull'occupazione arbitraria di immobili, il prefetto di Roma Gerarda Pantalone ha approvato un piano di interventi articolati in un arco pluriennale, compatibilmente con la capacità assistenziale del comune.

Il programma dà priorità a 23 stabili, oggetto di pronunce dell'autorità giudiziaria, più 2 immobili per i quali l'ufficio territoriale del governo (Utg) capitolino ha già avviato le attività finalizzate allo sgombero.

Condiviso con la regione Lazio, il comune e la questura di Roma, il piano è scaturito dal confronto all'interno del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Tutela dell'incolumità delle persone e ripristino di sicurezza e ordine pubblico gli interessi bilanciati, tenendo conto della salvaguardia delle fasce sociali più fragili.

In particolare, il cronoprogramma si concentra sui casi nei quali:

  • alla mancata esecuzione del provvedimento penale si è aggiunta la condanna al risarcimento del danno;
  • esiste un ordine dell'autorità giudiziaria di rilascio;
  • c'è un sequestro preventivo.

Sono 82 attualmente nel territorio di Roma gli edifici occupati abusivamente da oltre 11mila persone.