Oltre 5 milioni di euro contro usura e racket durante l'emergenza Covid

Il fenomeno dell'usura
22 Maggio 2020
Temi
Ultimo aggiornamento
Lunedì 25 Maggio 2020, ore 16:59
L'impulso del Commissario straordinario a supporto delle vittime

Prosegue durante l'emergenza Coronavirus, ora entrata nella fase 2, l'attività del Comitato di solidarietà per le vittime di estorsione e usura, che, su input del Commissario straordinario Annapaola Porzio, ha intensificato i lavori - con riunioni in videoconferenza- per deliberare elargizioni o mutui a favore delle vittime che hanno fatto domanda di accesso al Fondo nazionale. 

Nelle 10 sedute dal 18 marzo al 20 maggio scorsi il Comitato ha riconosciuto benefici per un totale di 5,5 milioni, più della metà degli 8 deliberati da inizio anno a oggi.

Un impulso, spiega il Commissario straordinario, per velocizzare le procedure di erogazione dei benefici economici - effettuata da Consap una volta perfezionato l'iter della delibera - e offrire così un sostegno efficace agli operatori economici in difficoltà vittime delle criminalità pronta ad approfittare della crisi legata al lockdown delle attività produttive e commerciali, avvicinando chi è più vulnerabile.

«Basta fare il primo passo, denunciare», ricorda il Commissario straordinario antiusura e antiracket. Una decisione certo non facile, ma le vittime non sono sole: possono contare sulla rete di associazioni e fondazioni che collaborano con il Commissario, pronte a offrire aiuto e sostegno nel percorso di uscita dall'incubo dell'usura.

Immagini della videoconferenza del Comitato di solidarietà antiracket antiusura. Nel 4° riquadro da sinistra, seconda stringa, il Commissario straordinario Porzio