Operativo l'Organismo di monitoraggio sul centro rimpatri di Macomer

Prefettura di Nuoro
30 Giugno 2020
Ultimo aggiornamento
Martedì 30 Giugno 2020, ore 09:49
Istituito con decreto del prefetto di Nuoro, ha funzioni di garanzia delle condizioni di sicurezza

È in fase di programmazione il calendario delle attività dell'Organismo di monitoraggio sul centro permanenza per i rimpatri (Cpr) di Macomer (Nuoro), istituito il 25 giugno scorso con decreto del prefetto di Nuoro.

L'organismo, composto da un rappresentante rispettivamente della prefettura, della Regione autonoma della Sardegna, del comune di Macomer e dell'ente gestore del Cpr, ha compiti di vigilanza sulle attività all'interno del centro per i rimpatri, attivo dal 20 gennaio 2020, e di raccordo con il territorio, con funzioni di pevenzione e garanzia delle condizioni di sicurezza sia dei migranti in attesa di rimpatrio e degli operatori all'interno della struttura, sia delle comunità circostanti.

La sua istituzione discende dal "Patto per la sicurezza urbana" siglato il 28 febbraio 2018 dalla prefettura di Nuoro, dalla regione, dai comuni di Nuoro e Macomer, da Anci (Associazione nazionale comuni italiani)-Sardegna e dal Consiglio delle autonomie locali-Regione Sardegna in applicazione dell'"Accordo per la promozione della sicurezza integrata" tra  ministero dell'Interno e regione.