Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Persone scomparse: piano di ricerca "dinamico" a Enna

persone-scomparse.jpg

Persone scomparse

Foto:

Davide Ciarlo
27 Dicembre 2019

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 9 Gennaio 2020, ore 16:03
Il Commissario straordinario presente in prefettura alla firma del documento che aggiorna la pianificazione

Approvato il 23 dicembre scorso in prefettura a Enna il piano provinciale di ricerca delle persone scomparse, aggiornato in base a un approccio dinamico che privilegia tempestività, tecnologia e circolarità delle informazioni.

Il prefetto Matilde Pirrera ha firmato il decreto di approvazione in presenza del Commmissario straordinario per le persone scomparse Giuliana Perrotta, che ha partecipato alla presentazione della nuova pianificazione, ispirata a dinamismo e gestione consapevole delle informazioni.

Sotto il primo aspetto, ha spiegato il prefetto Pirrera, la nuova pianificazione apre un confronto dinamico che si servirà di vari strumenti, tra i quali la videoconferenza, per favorire e potenziare al massimo il coordinamento tra tutti i soggetti coinvolti nelle ricerche.
Quello della sinergia delle componenti del sistema è infatti un elemento cruciale del suo funzionamento, sottolineato anche dal commissario Perrotta.

L'obiettivo è ridurre al minimo i casi irrisolti, ha proseguito Pirrera illustrando il piano, che individua i diversi possibili scenari e le corrispondenti procedure da attivare, anche in relazione alle caratteristiche dei luoghi di ultimo avvistamento.

Fondamentale l'utilizzo delle tecnologie, come la georeferenziazione utilizzata dai Vigili del fuoco, e lo scambio di informazioni che salvaguardi la riuscita delle operazioni e la privacy delle persone coinvolte, evitando fughe di notizie dannose soprattutto in caso di esiti negativi da comunicare ai familiari.

Un aspetto, quello delle modalità di gestione delle informazioni e della loro comunicazione, sul quale ha insistito il commissario straordinario, che ha ribadito anche l'importanza della formazione e dell'aggionramento costante degli operatoricoinvolti nelle ricerche.

Il tavolo della riunione per la firma del piano provinciale persone scomparse, in fondo Perrotta (sinistra) e Pirrera (destra)

AddToAny