Polizia di Stato e Trenord insieme per la sicurezza informatica

Il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic)
14 Ottobre 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Giovedì 14 Ottobre 2021, ore 12:56
Siglata un'intesa per mettere a fattor comune le esperienze nel settore di pubblico e privato

Con l'obiettivo di prevenire e contrastare i crimini informatici che intendono colpire sistemi e servizi informativi di particolare rilievo, Polizia di Stato e Trenord - azienda per la mobilità delle persone che opera, in particolare, in Lombardia e in diverse province limitrofe - hanno siglato un accordo che intende mettere a fattor comune conoscenze ed esperienze utili a sperimentare efficaci forme di sicurezza.
 
La convenzione è stata firmata digitalmente da Nunzia Ciardi, direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni e da Marco Giovanni Piuri, amministratore delegato di Trenord, nell'ambito delle direttive impartite dal ministro Lamorgese per il potenziamento dell'attività di prevenzione attraverso la valorizzazione del partenariato con il mondo privato.

Nel dettaglio, la Polizia di Stato assicura - attraverso il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche che dispone di una sala operativa h24 - il punto di contatto per la gestione degli eventi critici delle infrastrutture di rilievo nazionale operanti in settori sensibili per il Paese.

Su questi aspetti, inoltre, Trenord ha avviato un importante processo di internalizzazione dei servizi di sicurezza informatica con l'obiettivo di fornire i più elevati livelli di protezione cibernetica ai sistemi tecnologici e informativi che supportano la gestione e il controllo della circolazione ferroviaria.