Prosegue l'assistenza ai titolari di protezione umanitaria

Coppia di migranti con bimbo in braccio
Foto di
Foto Ansa/Telenews
24 Dicembre 2019
Ultimo aggiornamento
Lunedì 13 Gennaio 2020, ore 15:57
Otto milioni dal Fondo FAMI per misure di inserimento e accompagnamento. On line la determinazione

Sostegno finanziario ai comuni della rete Siproimi per la prosecuzione dell’assistenza e dell’inclusione dei titolari di protezione umanitaria dopo il 31 dicembre 2019, e fino al 30 giugno 2020.

Le risorse, pari a 8.296.880, vengono dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) che con determinazione pubblicata oggi online ha approvato la realizzazione del progetto "Accompagnamento all'autonomia e all’inclusione dei titolari di protezione umanitaria” presentato ieri dalla direzione centrale dei Servizi civili per l'Immigrazione e l'Asilo del ministero.

Le risorse saranno assegnate agli enti locali in particolare per misure di inserimento abitativo, lavorativo, sociale, e di accompagnamento amministrativo.

L'obiettivo è quello di consolidare i percorsi in uscita dall’accoglienza prevenendo eventuali emergenze legate alla cessazione delle diverse attività di presa in carico di migranti ancora in accoglienza titolari di protezione umanitaria.

Il progetto riguarda circa 1.400 persone, il 50% delle quali in condizioni di vulnerabilità.