Ravenna, le misure di sicurezza contro gli eccessi della movida sul litorale

Movida notturna (foto di repertorio)
10 Giugno 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Giovedì 10 Giugno 2021, ore 11:25
Aperto tavolo della prefettura sul territorio di Cervia-Milano Marittima per un confronto con le amministrazioni locali e il mondo delle imprese 

Le forme di devianza giovanile legate alla movida registrate negli scorsi fine settimana hanno causato un senso di preoccupazione tra gli operatori delle attività del territorio Cervia-Milano Marittima e tra la stessa cittadinanza. Per questo, il prefetto di Ravenna Enrico Caterino ha incontrato il sindaco e il presidente del Consiglio Comunale del Comune di Cervia, l’assessore alle attività produttive e Demanio, il vice comandante della Polizia locale nonché i rappresentanti della Confesercenti, Confartigianato, Cna, Ascom e Cooperativa Bagnini di Cervia.

Il prefetto ha condiviso la necessità di mantenere e potenziare ulteriormente lo sforzo e l’impegno da parte di tutte le forze dell’ordine e la volontà di dare un segnale forte di presenza nei territori in risposta alla esigenza generale di controllo e sicurezza. Al riguardo, ha sottolineato che è stata richiesta al ministero dell’Interno l’assegnazione di risorse aggiuntive di personale da destinare a servizi di controllo del territorio sia per le esigenze connesse all’afflusso turistico che per le attività finalizzate al rispetto delle misure di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica. 

Il tavolo si è concluso con l’individuazione di linee di azione che saranno implementate per trovare una soluzione alle questioni affrontate con l'obiettivo comune di aumentare i presidi del territorio, confermando e rafforzando la volontà di proseguire il proficuo rapporto di collaborazione e supporto reciproco nella gestione della sicurezza pubblica tra le diverse componenti coinvolte.