Rimozione di una cappella votiva abusiva ad Afragola: segnale forte contro i simboli della criminalità organizzata

Afragola, Polizia di Stato, Polizia locale e operai durante la demolizione della cappella votiva abusivademolizione
Foto di
Prefettura di Napoli
29 Giugno 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 30 Giugno 2021, ore 09:41
Lo ha dichiarato il ministro Lamorgese. Prosegue l'azione pianificata in prefettura per ripristinare la legalità nel territorio di Napoli

Il comune di Afragola (Napoli), con il supporto delle Forze dell'ordine, ha rimosso questa mattina una cappella votiva abusiva dedicata alla famiglia Bizzarro, pregiudicato affiliato al clan camorristico Moccia.

La demolizione, prevista dal programma di interventi pianificato il 4 marzo scorso nella prefettura di Napoli dal comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, è un tassello dell'operazione per il ripristino della legalità e il contrasto al degrado urbano portata avanti «con determinazione», ha dichiarato il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, sottolineando che si tratta di «un segnale forte contro i simboli della criminalità organizzata sul territorio».   

Come tale rientra, ha osservato ancora il ministro, «nell'ambito della più ampia azione decisa dal prefetto di Napoli e messa a punto in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per affermare la presenza dello Stato in zone particolarmente esposte alla pressione dei sodalizi criminali».