Sant'Eusebio all'Esquilino, torna a splendere l'affresco del Fec

Facciata e affresco ("Gloria di S Eusebio") della navata centrale della chiesa romana di Sant'Eusebio all'Esquilino
7 Giugno 2019
Temi
Ultimo aggiornamento
Martedì 22 Giugno 2021, ore 13:57
Restaurata la "Gloria di Sant'Eusebio" del Mengs. Porte aperte per l'inaugurazione il 7 giugno

Riscoprire il patrimonio, a volte nascosto, del Fondo edifici di culto (Fec) del ministero dell'Interno. È il caso della chiesa di Sant'Eusebio all'Esquilino a Roma, un piccolo gioiello incastonato nell’angolo tra piazza Vittorio Emanuele II e via Napoleone III.

L'occasione, aperta al pubblico, il 7 giugno sera, con l'inaugurazione del restauro dell'affresco di Anton Raphael Mengs raffigurante la Gloria di Sant'Eusebio. Un capolavoro di arte neoclassica, fermo immagine del'ascesa del martire accompagnata da una moltitudine di figure angeliche di cui alcune nell’atto di sorreggere il santo.

Le restauratrici della Sopraintendenza illustreranno i lavori eseguiti ed aiuteranno a comprendere la bellezza nei particolari dell'affresco.

All'evento interverrà il direttore del Fec Angelo Carbone, il soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma Francesco Prosperetti, il professore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore Pietro Pietraroia, il direttore dei lavori Roberta Porfiri, la restauratrice Cristina Beltrami e il parroco Sandro Bonicalzi.