Ministero dell'Interno

Ministero dell’Interno

Tu sei qui

Sicurezza sanitaria e movida, la situazione a Firenze

firenze.jpg

Panorama Firenze

Foto:

Imagoeconomica
23 Maggio 2020

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 27 Maggio 2020, ore 09:18
Prefetto Lega: per superare l'emergenza, cittadini responsabili

«Dobbiamo trovare un bilanciamento tra emergenza sanitaria e bisogno di socialità». La fase 2 dell'emergenza coronavirus, come analizzata oggi dal prefetto di Firenze Laura Lega in un'intervista al quotidiano "la Repubblica", è una situazione delicata che richiede responsabilità.

«Stiamo usando, come già fatto nella prima fase, grandissima attenzione», racconta il prefetto. «Il riscontro che stiamo avendo» con l'intensificazione dei controlli «è di una corrispondenza con le misure. C'è una risposta positiva e questo è un segnale di maturità dei cittadini e del mondo delle imprese».

Resta il nodo della movida serale, che preoccupa particolarmente. Il fenomeno, soprattutto per i giovani, rappresenta il bisogno di relazionalità, del ritorno alla fruizione degli spazi urbani e dei centri storici. Ma occorre trovare, dice la Lega, il punto di equilibrio tra «esigenze di sicurezza sanitaria, quelle dell'iniziativa economica che sta timidamente riprendendo fiato ed il bisogno di socialità delle persone».

Per fronteggiare questo momento è necessario che all'impegno di istituzioni e Forze dell'ordine si affianchi quello del «quarto uomo, la comunità, il cittadino. In una crisi come questa è decisivo il contributo reale e fattivo di ciascuno, con una forte assunzione di responsabilità», conclude il prefetto. «Credo che questa battaglia non si vinca con operazioni calate dall'alto e basta. Occorre l'adesione capillare di tutti alle misure, portando la mascherina e rispettando il distanziamento personale».

AddToAny