Transizione energetica a Brindisi, prosegue la mediazione del prefetto

Prefettura di Brindisi
31 Marzo 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 31 Marzo 2021, ore 17:36
Continua la ricerca di una soluzione condivisa tra sindacati di categoria, Sir Spa, Enel e Confindustria

Il prefetto di Brindisi, Carolina Bellantoni, su richiesta delle organizzazioni sindacali di categoria, ha convocato oggi un tavolo di confronto tra i rappresentanti aziendali della SIR spa, aggiudicataria dell’appalto da parte di Enel e i sindacati dei lavoratori, che svolgono il servizio di sbarco carbone e le relative attività accessorie.

Dopo gli esiti negativi della riunione di lunedì scorso, continua, di fatto, la ricerca di una soluzione condivisa tra le parti coinvolte nel più ampio processo di decarbonizzazione previsto dal Piano strategico energetico nazionale, 

Un’opera destinata a proseguire nei prossimi giorni, considerato il mancato accordo che si è registrato al termine della riunione odierna. La proposta di SIR Spa, che prevedeva forme di ristoro economico parziale per i lavoratori ricollocati e incentivi al pensionamento per coloro in possesso dei requisiti, non ha incontrato il consenso delle sigle sindacali che, unitariamente, hanno rivendicato la conferma delle vigenti condizioni contrattuali per tutte le 83 maestranze attualmente impegnate nel servizio portuale di sbarco carbone di Enel.

In chiusura di incontro, il prefetto Bellantoni ha invitato i presenti a continuare nel dialogo per la ricerca di un accordo, che possa contemperare le legittime aspettative economiche dei lavoratori e, al contempo, la garanzia dei livelli occupazionali, ribadendo la disponibilità della prefettura a riaprire in qualsiasi momento il tavolo di confronto.

Allegati
File
Allegato Dimensione
Il comunicato della prefettura 1.64 MB