Trieste: il vice ambasciatore britannico in prefettura

Il porto di Trieste
13 Febbraio 2019
Temi
Ultimo aggiornamento
Mercoledì 13 Febbraio 2019, ore 09:29
Tra i temi affrontati lavoro, immigrazione e lotta alla criminalità

Il tema del lavoro, con particolare riguardo agli effetti per i cittadini britannici presenti in Italia e per cittadini triestini presenti in Gran Bretagna in vista dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, è stato al centro dell'incontro che si è svolto ieri mattina a Trieste, presso il Palazzo del Governo, tra il prefetto di Trieste Valerio Valenti e  il Vice Ambasciatore britannico a Roma, Ken O’Flaherty.

Sono stati, inoltre, affrontati poi i temi dell’immigrazione, della lotta alla criminalità, dell’economia fino a ESOF 2020, la manifestazione europea in programma a Trieste tra il 4 e il 10 luglio 2020, dedicata al dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica. Non pochi sono, infatti, gli studenti italiani ed inglesi interessati da queste tematiche, così come i professionisti e gli operatori che potrebbero trarre benefici da una partecipazione britannica all’evento.

Anche i progetti di ristrutturazione ed apertura a consistenti investimenti che interessano l’area del Porto vecchio di Trieste hanno suscitato l'interesse nel Vice Ambasciatore, che ha già preannunciato come tali tematiche potranno essere portate a maggiore concretezza in occasione di un futuro incontro.