Tutela della salute nei luoghi di lavoro, Patto tra le istituzioni di Caltanissetta

Sicurezza sul lavoro
Foto di
Maria Grazia Loreto
19 Novembre 2021
Temi
Ultimo aggiornamento
Venerdì 19 Novembre 2021, ore 15:42
Partendo dal settore dei cantieri edili e dell’agricoltura sarà esteso anche ad altri ambiti

Nella cornice del palazzo del Governo di Caltanissetta è stato sottoscritto oggi un Accordo interistituzionale per potenziare la sicurezza e la tutela della salute nei luoghi di lavoro, nonché il contrasto del lavoro irregolare.

Il patto è stato siglato dal prefetto di Caltanissetta, Chiara Armenia, dal sindaco, dalle Forze di polizia, l’INPS, l’INAIL l’Ispettorato del lavoro, lo SPresal, le organizzazioni sindacali, le associazioni dei datori di lavoro, gli ordini professionali, e la Cassa Edile.

L’accordo nasce dall’intento di stimolare più incisivamente tutte le Amministrazioni coinvolte, nella consapevolezza che la tutela della salute, della sicurezza e dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori è un impegno prioritario delle istituzioni.

La finalità, dunque, è quella di avviare nella provincia un modello operativo unitario che promuova la diffusione della cultura della legalità e  sensibilizzi datori di lavoro e lavoratori al rispetto delle regole, attraverso la condivisione di buone prassi e l’avvio di percorsi virtuosi. 

La convergenza di interessi tra i soggetti coinvolti, permetterà di dar vita ad un sistema caratterizzato da forme di coordinamento rafforzate sul piano della prevenzione e della sensibilizzazione dei cittadini consentendo di investire maggiormente sulla formazione e informazione attraverso la programmazione di convegni, seminari ed esercitazioni teorico-pratiche. 

L’accordo è stato ampiamente condiviso da tutte le parti coinvolte nel corso di diversi incontri che hanno preceduto la stipula e ha ricevuto il plauso da parte di tutti gli interessati. Inizialmente, i contenuti dell’Accordo riguarderanno il settore dei cantieri edili e dell’agricoltura, quali settori produttivi maggiormente diffusi su questo territorio provinciale, per essere poi esteso anche in altri ambiti.