Targa commemorativa a Napoli in memoria dell'assistente della Polizia di Stato Pasquale Apicella. Lamorgese: obbligo civile ricordare l'esempio di chi ha sacrificato la vita per affermare il primato della legalità

23 Gennaio 2021

«Per tutte le istituzioni e per l’intera collettività è un obbligo civile ricordare l’esempio dell’assistente della Polizia di Stato Pasquale Apicella e di tutti quei servitori dello Stato che, come lui, hanno sacrificato la propria vita per affermare il primato della legalità anche in territori difficili, in cui le forze di polizia sono chiamate a svolgere un prezioso impegno quotidiano al servizio della sicurezza dei cittadini».

È quanto ha scritto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un messaggio inviato al prefetto di Napoli in occasione della posa della targa commemorativa intitolata all’assistente della Polizia di Stato Pasquale Apicella, morto il 27 aprile del 2020 nello speronamento dell’auto di servizio mentre inseguiva un veicolo con a bordo dei rapinatori.