Immigrazione e asilo

Coniugare il rispetto delle regole e il controllo dei flussi migratori con l’integrazione degli stranieri e l'accoglienza di coloro che chiedono asilo, garantendo l'ordine la sicurezza pubblica. E' la sfida che si pone una società moderna e multietnica

Immigrazione e asilo

L'Italia gestisce il fenomeno dei flussi migratori da Paesi che non fanno parte dell’Unione europea attraverso politiche che coniugano l’accoglienza e l’integrazione con l’azione di contrasto all’immigrazione irregolare

Il cittadino straniero può entrare in Italia se è in grado di documentare il motivo e le condizioni del soggiorno, oltre alla disponibilità di mezzi sia per mantenersi durante il soggiorno sia per rientrare nel Paese di provenienza, tranne i casi di ingresso per motivi di lavoro

Politiche europee comuni di accoglienza e integrazione dei migranti, formazione e integrazione. A questo sono deputati i fondi che l'Unione europea stanzia finalizzando ad obiettivi determinati con piano pluriennali

Per la convenzione di Ginevra del 1951, rifugiato è chi “temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o opinioni politiche, si trova fuori del paese di cui ha la cittadinanza, e non può o non vuole, a causa di tale timore, avvalersi della protezione di tale paese”.

Con le risorse messe a disposizione dal ministero vengono finanziati molti progetti degli enti locali destinati all’accoglienza dei rifugiati, dei destinatari di protezione sussidiaria e dei minori stranieri non accompagnati

Coordinare le missioni aeree, marittime e terrestri di pattugliamento delle frontiere degli Stati UE e appoggiare gli stessi in operazioni di rimpatrio dei migranti irregolari, è l'obiettivo dell'Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne

Il programma nazionale di reinsediamento e ammissione umanitaria italiano consente di far arrivare in Europa in condizioni di sicurezza persone bisognose di protezione internazionale, evitando che cadano nelle reti dei trafficanti