I nuclei NBCR: chi sono, cosa fanno, come si esercitano, quando entrano in azione

Un gruppo specializzato dei Vigili del fuoco viene chiamato a intervenire in situazioni eccezionali: quando esiste un fondato pericolo di contagio da sostanze nucleari, biologiche, chimiche o radiologiche che potrebbero provocare gravi danni a persone, animali o cose. È il nucleo NBCR. La sigla NBCR, infatti, non è altro che l'abbreviazione di NUCLEARE - BIOLOGICO - CHIMICO RADIOLOGICO ed è proprio a questo tipo di interventi che i nuclei vengono addestrati.

Questi specialisti dei vigili del fuoco si distinguono immediatamente dagli altri per la particolarità dei loro indumenti. Quando intervengono non indossano la divisa istituzionale, ma sono equipaggiati di particolari tute scafandrate per la protezione personale, dotate di auto protettori che consentono la respirazione anche in ambienti contaminati.

Gli NBCR hanno in dotazione:

  • maschere antigas;
  • rilevatori di sostanze pericolose;
  • sensori elettrochimici;
  • particolari mezzi come l'IVECO-ONE, un'unità mobile progettata proprio per la rilevazione di agenti chimici e nucleari, per la decontaminazione di persone, veicoli e terreno, nonché per il recupero delle sostanze pericolose.

Gli specialisti NBCR sono chiamati a intervenire quando si verificano incidenti con fuoriuscita di sostanze pericolose. Intervengono, inoltre, in caso di attacco non convenzionale.

Al ministero dell'Interno sono stati attribuiti “i servizi tecnici per la tutela dell'incolumità delle persone e la preservazione dei beni derivanti anche dall'impiego dell'energia nucleare” fin dagli anni '60, con la legge sull'ordinamento del Corpo nazionale dei vigili del fuoco 13 maggio 1961, n. 469.

Ultimo aggiornamento
Sabato 20 Giugno 2020, ore 07:09